Che cos’è lo strabismo e quali sono le cause?

È una malattia relativamente comune specie nei bambini (circa il 3-4%) caratterizzata da un anomalo allineamento degli assi visivi che può causare un deficit del visus, una riduzione della qualità della visione binoculare (stereopsi) ed un’ambliopia da non uso dell’occhio deviato (ambliopia strabica).

Lo strabismo può essere legato a difetti di refrazione o a patologie oculari anche gravi come cataratta, ptosi palpebrale, paresi dei muscoli estrinseci.

Quali sono i sintomi ?

In caso di strabismo latente (foria) che si manifesta solo in determinate condizioni, è importante riconoscere i seguenti sintomi legati allo sforzo di mantenere la visione binoculare e la “fusione delle immagini”: cefalea, stanchezza visiva, fotofobia (fastidio alla luce), deviazione del capo, aggrottamento delle sopracciglia.

Come si cura lo strabismo?

Dopo un completo esame oculistico, lo specialista consiglia la terapia più adatta che può essere medica, ortottica ed ottica per recuperare la funzione visione dell’occhio ambliopico (pigro).

Nei casi di strabismo manifesto è necessario intervenire chirurgicamente, su uno o più muscoli oculomotori, per corregge la deviazione strabica, riallineare esteticamente gli assi visivi e mantenere efficiente la visione binoculare.